Il rifiuto della Polonia di ospitare migranti dopo l'attacco di Parigi. Dall'agenzia Reuters, 14 novembre 2015.

In versione inglese e in traduzione automatica in italiano

Un articolo del New York Times del 14 novembre 2015 sulle ricadute degli attentati di Parigi sul trattamento riservato ai migranti.

In versione originale e in  traduzione automatica in italiano.

The main cemetery in Mytilene is full to capacity, forcing authorities to hold 60 bodies in a morgue until they can be buried

"Un bambino tra i rifugiati senza nome seppelliti nel cimitero strapieno mentre dozzine di corpi sono tenuti all'obitorio"

"Il cimitero principale di Mitilene è al completo e le autorità sono costrette a tenere 60 corpi all'obitorio finché non sarà possibile seppellirli".

Leggi l'articolo del 6 novembre 2015 del giornale Independent nella versione originale oppure nella traduzione automatica in italiano.

"Un rifugiato, non un criminale": un editoriale del New York Times dedicato alla vicenda di Abdul Rahman Haroun, un migrante sudanese divenuto un simbolo: leggetelo nella versione originale o in traduzione automatica in italiano

Un articolo del New York Times del 12 novembre 2015, interessante, bello e di peso, a cominciare dal sottotitolo: New York Times journalists share their experiences covering the monumental migration that is irrevocably changing the Continent. È lungo, ma si legge bene. È diviso in 5 parti scritte da 5 giornalisti diversi. Dopo il pezzo introduttivo vengono raccontate le esperienze di quattro reporter, da un capo all’altro del continente, dal’Artico alla Grecia. È particolarmente toccante il reportage di una giornalista che racconta del coraggio dei bambini e si chiede se non si sta facendo prendere da un eccesso di empatia: Am I losing my distance? A reporter needs distance to see all sides of a story. Too much empathy can be the enemy of distance.

Leggilo in versione originale e in traduzione automatica in italiano