Quest’articolo apre una finestra sulla migrazione verso il sud. Abitanti dell’Africa più povera, mozambicani, congolesi, somali, camerunensi, facendo un viaggio meno rischioso e più economico, cercano fortuna in Sud Africa, dove ci sono molte opportunità per chi ha voglia di lavorare duro e si adatta fare i lavori più vari. Tra il 2008 e il 2012 ci sono state 778.000 richieste di asilo. Le difficoltà che incontrano sono le stesse che in Europa e sono legate all’ostilità della popolazione locale, la cui percezione è di una presenza di immigrati molto massiccia, mentre in realtà non raggiunge il 5%.

 

African migration

To the land of good hope

 

Some African migrants forge across the Mediterranean in flimsy boats. Others take a somewhat less risky (and cheaper) journey, heading for the bright lights of South Africa. Unemployment may be a shocking 34% south of the Limpopo river, but there are still plenty of opportunities for those who are prepared to work hard.

per continuare a leggere l'articolo

African migrants head south as well as north