di Vanna Ianni - pubblicato da Buongiornolatina, PrimoPiano, il 21 settembre 2015

La nuova ondata migratoria composta eminentemente da profughi siriani, afgani, pakistani, eritrei, occupa da giorni le pagine dei giornali e dei siti internet. E’ un torrente impetuoso che solca i Balcani, e di cui i bambini, numerosi e vulnerabili, costituiscono il volto più nuovo e drammatico. Indifferente alle distanze, attraversa le frontiere, sfida muri ed eserciti, diretto al Nord, alla ricerca di una vita migliore. Segna l’inizio di una fase inedita nella storia lunga delle migrazioni, per composizione, impatto e forza propulsiva. Il mediterraneo rappresenta per essa l’ostacolo da superare e, insieme, la passerella attraverso cui Asia e Africa si riversano verso l’Europa.

di Cosimo Perrotta

(pubblicato su Sviluppo Felice il 7-9-2015. La prima parte, sull’intervento all’interno, è apparsa il 13 luglio)

Le terribili tragedie dei migranti di questa estate ci dicono che niente li può fermare, e che l’unico rimedio è di intervenire all’origine, nei paesi da cui partono. Solo lo sviluppo di questi paesi può rallentare i flussi, organizzando un “Piano Marshall” che giovi sia a loro che ai paesi donatori.

di Pavlina Naska – mediatrice interculturale - (pubblicato su Sviluppo Felice il 9 luglio 2015)

Le evidenti trasformazioni demografiche legate ai flussi migratori, anche perché male gestiti, hanno esposto la nostra società ad un potenziale incremento della conflittualità.

di Cosimo Perrotta - pubblicato su Sviluppo Felice il 13/7/2015

Che cos’è e come si giustifica la richiesta di un “Piano Marshall per gli immigrati”, richiamato nell’appello del 2 luglio scorso

Nel Piano Marshall originale (1948-53), attuato a favore dei paesi europei distrutti dalla guerra, gli USA erogarono oltre 17 miliardi di dollari (di allora) in forma di prestiti a tasso zero o molto agevolato e a lungo termine, oppure (la maggior parte) come donazioni a fondo perduto. Una parte di questi “prestiti”  era data a condizione che il paese ricevente la impiegasse per acquistare prodotti del paese donatore.

Sottocategorie